Un patto di incertezze

 


"Dobbiamo fare un patto non scritto noi due:

 io ti do la mia metà di vita e tu mi apri la porta del tuo intelletto 

che io possa scoparlo e morirci finalmente dentro"

Cit. OMOLOGAZIONE NON RICHIESTA


Colonizzo i tuoi spazi ma non è possesso

Ogni passaggio è senza meta

Uno spazio infinito in cui perdo confini

Sentirti cosi vicino in un corpo che indietreggia

Io parto all'assalto ma con un cuore nudo

Instabile ed insicura

Non leggo ne recito incertezze

Con l'inchiostro ho scritto e duellato contro le mie paure

Sento che non hai pace

Ogni carezza è come lama

In questo abisso è solo questione di profondità

Scavare nell'anima fino al margine dei sogni

Resta cieco questo mio cuore

Aspetta l'intrusione dei tuoi occhi

                                                  GES

ps. grazie enzorasi

Commenti

  1. I problemi di Ness li conosci e non puoi cambiarli con una metafora.
    Le dipendenze fisiche e psichiche si risolvono seguendo le indicazioni che la
    scienza ha già sperimentato con successo. Per ora lui è disponibile verso te fino
    a quando tu non gli imponi una scelta drastica. Così lo porti all'autodistruzione,
    distruggendo anche te stessa. I sogni non risolvono, si limitano a illudere chi li fa.
    Mi dispiace parlarti in questo modo, ma l'affetto che ho per te mi obbliga alla
    chiarezza.
    Mi permetto di lasciarti una carezza.

    RispondiElimina
  2. Leggerò con attenzione e curiosità quanto avverrà qui.

    RispondiElimina
  3. I patti non le farei mai con una donna
    Sono troppo intraprendenti e richiamo noi maschietti di finire perdenti.
    Casomai programmi settimanali ma non più lunghi
    Buono fortuna uomo

    RispondiElimina
  4. L'amore non è come un vento caldo di primavera che ti fa dire: "Toh, è tornata l'estate!
    L'amore è qualcosa di molto concreto. E' muoversi verso l'altro, capire cosa gli serve e darglielo.
    Ges e Ness stanno facendo questo percorso. A un certo punto del cammino si incontreranno
    e ci sarà l'abbraccio, e i due corpi si uniranno dando vita a un solo corpo fatto d'amore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io lo spero che ness e ges prima o poi diventano "noi"..è difficile questa strada, l'ho voluta con tutto il cuore..a volte mi prende uno sconforto profondo e mi sembra che non ce la faccio..spero l'amore vince su tutto..
      Grazie gus🙏💛🙏

      Elimina
  5. A prescindere dagli aspetti personali di questi versi, resta la loro bellezza che tocca il cuore ed apre l'anima.

    RispondiElimina
  6. Ho sempre cercato in tutto, quel che nessuna cercava. A volte le parole non avevano alcun senso
    perche vuote lasciavano agli occhi il piacere di voler sognare. E si lasciava al silenzio le emozioni del fare con la semplicità di chi infondo poi sa davvero amare..e non erano le lacrime che lasciavano segni di debolezza ma le mani che stringevo vicino alla bocca per baciare ancora per ricordamene oggi, ancora come allora.
    ...
    M.

    RispondiElimina
  7. Non so se il tuo cuore nudo ti sia più d'impaccio o di conforto.
    Armata di inchiostro contro nemici troppo spesso invisibili.

    RispondiElimina
  8. Buon giorno Ness1
    dice il saggio

    non tutti sono nati per avere felicità, ma solo a darla.

    Medita e non battere la fiacca pubblica un nuovo post

    RispondiElimina
  9. Cerca di darla come dice Pacc, sarai più felice.

    RispondiElimina
  10. Otto giorni dalla pubblicazione: ho letto e riletto ogni cosa. Mi sono confermato purtroppo nella mia opinione riguardo le dinamiche da blog. Non è facile entrare sulla stessa frequenza emotiva e quindi interpretativa di ciò che un blogger ha scritto ( se lo ha scritto onestamente e in modo intellegibile - poichè spesso c'è un ermetismo artificioso e di maniera) ma certi commenti dimostrano soltanto che il testo non è stato letto. Però si commenta ugualmente. E' il web signori con tutto quel che segue.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Non posso e non voglio immaginare

Senza fissa dimora